Loading...
Benessere a tutte le età 2017-09-20T16:50:16+00:00

Benessere a tutte le età

Per i bambini
Per gli adulti
Per gli anziani
Where to Find Vivomixx?
Vivomixx sachets et capsules

Vivomixx per i bambini

Ogni individuo nasce con un microbiota unico e specifico. Inizialmente sterile, il bambino eredita dei batteri buoni e cattivi da sua madre durante il parto attraverso il canale vaginale e in seguito con il latte materno. Il microbiota si sviluppa lentamente e a tre anni di età si può dire che il bambino ha una flora intestinale matura che l’accompagnerà per tutta la sua vita.

Perché i nostri bambini sono più vulnerabili?

Una microflora equilibrata è costituita da una maggioranza di batteri sani compresi i probiotici, che aiutano a digerire e ad assimilare i nutrienti. Un microbiota sano è importante per una buona crescita fisiologica del bambino.

Alcuni fattori possono alterare la flora intestinale e provocarne uno squilibrio nei bambini:

  • Una cattiva salute intestinale della madre durante la gravidanza e la trasmissione di una flora squilibrata alla nascita
  • Nascita con parto cesareo che non permette una colonizzazione appropriata con la flora materna
  • Assenza di allattamento
  • Nutrizione e stile di vita
  • Fattori ambientali

Questi squilibri possono impedire un buon sviluppo del neonato e dei bambini provocando:

  • Problemi intestinali quali dolori addominali, crampi, coliche, gonfiore transito modificato.
  • Fatica e allergie

Come può Vivomixx® aiutare i vostri bambini?

Vivomixx® aiuta a mantenere un ecosistema intestinale equilibrato che permette una crescita sana del vostro bambino. Le raccomandazioni d’uso devono essere adattate in funzione del suo peso e dei suoi sintomi.

“I buoni batteri sono importanti per una buona crescita”

Vivomixx per gli adulti

Per noi, i batteri sono generalmente legati alla malattia, ma il nostro corpo è pieno di batteri che lavorano molto per la nostra salute. Negli adulti in buona salute, la microflora intestinale trova naturalmente un giusto equilibrio tra batteri buoni e cattivi. La sfida per una buona salute consiste proprio a mantenere questo equilibrio.

L’equilibrio intestinale messo alla prova

Alcune persone hanno la fortuna di ereditare una flora intestinale diversificata, ricca di buoni batteri che contribuiscono al loro benessere e alla loro salute. Altre non sono così fortunate ed ereditano una flora meno equilibrata che le può condurre ad avere disturbi gastrointestinali. Oltre a questi aspetti genetici si aggiungono numerose altre situazioni che possono influenzare questo equilibrio che è così importante per la nostra salute. Sappiamo che la nutrizione gioca un ruolo fondamentale e che gli antibiotici possono danneggiare la nostra flora intestinale ma ciò che sappiamo e che l’esercizio regolare e moderato può contrastare questi effetti negativi e gli squilibri intestinali che lo stress l’ansia e la depressione causano.

Le conseguenze dello squilibrio del microbiota

Una riduzione dei batteri buoni e aumento di quelli patogeni porta una disfunzione del nostro intestino chiamata disbiosi.
Questo stato può scatenare disturbi gastrointestinali come dolori addominali, crampi, gonfiore, eccesso di gas e un transito modificato. Un’altra conseguenza di questa disbiosi è il passaggio di batteri patogeni in altre zone del corpo, causando per esempio infezioni vaginali e urinarie.
La disbiosi modifica la barriera intestinale e può causare intolleranza alimentare, allergie e disturbi intestinali cronici.

Come mantenere questo equilibrio?

Per mantenere una flora intestinale sana, dobbiamo avere uno stile di vita sano e mangiare degli alimenti ricchi in prebiotici e probiotici, evitare trattamenti antibiotici e se possibile fare sport e rilassarsi.

Quando si ha una grave disbiosi come dopo un trattamento antibiotico o un altro evento che danneggia l’equilibrio del nostro microbiota, un probiotico sembra essere un approccio appropriato per integrare batteri buoni che aiutino a proteggere il nostro organismo.

“È importante mantenere l’equilibrio della microflora intestinale per essere in buona salute.”

Vivomixx per gli anziani

Essere anziano oggi significa essere attivi, ma anche essere dei nonni e vivere in un contesto familiare con figli e nipoti. Il progresso della medicina e sociale hanno permesso alle persone anziane di vivere una vita molto più attiva di quanto non lo abbiano fatto le generazioni precedenti. Nella nostra società dove la durata della vita media si è considerevolmente allungata, una delle grandi sfide è di invecchiare bene.

Il nostro microbiota intestinale è ormai considerato come un organo a sé stante, composto da miliardi di batteri che lavorano per la nostra salute. Come tutti gli altri organi, è soggetto ai cambiamenti e diventa meno performante con il tempo, in particolare nel processo di digestione e di protezione immunitaria.

Il peso degli anni sulla nostra microflora intestinale

Con l’avanzare dell’età , la riduzione dei lactobacilli e dei bifidobatteri nell’intestino causano un rallentamento del transito intestinale con impatto sulla produzione degli acidi grassi a catena corta, che sono necessari alla mucosa intestinale. Comincia cosi lo squilibrio.

Impatto sulla nostra salute

Il nostro microbiota diventa naturalmente meno performante con l’età; noi cambiamo le nostre abitudini con minor attenzione all’alimentazione, uno stile di vita sedentario, maggior impiego di medicinali e peggiore qualità di sonno.

Tutti questi fattori possono causare sintomi e disturbi:

  • Sintomi gastrointestinali (dolori addominali, crampi, gonfiori flatulenze e transito modificato)
  • Proliferazioni di agenti patogeni responsabili di infezioni urinarie
  • Riduzione fisiologica delle difese immunitarie
  • Comparsa di malattie croniche
  • Modificazione del metabolismo degli zuccheri, dei grassi e delle proteine che possono condurre allo sviluppo di certe malattie come il diabete

Come proteggere la nostra flora intestinale dagli effetti del tempo?

Con l’età è necessario proteggere il nostro microbiota perché gioca un ruolo importante nel funzionamento del nostro metabolismo. Prima di tutto bisogna fare attenzione ad avere uno stile di vita sano, un’alimentazione equilibrata, ricca di pre e probiotici, evitare trattamenti antibiotici fare sport e imparare a rilassarsi.

Dopo un trattamento antibiotico o altri eventi simili si possono verificare squilibri del microbiota, un probiotico è uno strumento utile per prendersi cura dei batteri benefici del nostro intestino e invecchiare con tranquillità.

“Una flora sana per un invecchiamento sano.”